Dal Blog

Dal Blog

Mengo Music Fest Arezzo

Marlene Kuntz, Calcutta, Ghemon, la data unica italiana dell’americano Son Lux, Ninos Du Brasil, C+C=Maxigross, Cosmo e tanti altri protagonisti del palco di via Alfieri …
Al via la 12° edizione del Mengo Music Fest: da mercoledì 6 a sabato 9 luglio al Parco di via Alfieri in zona Tortaia e nel centro storico di Arezzo
Nei 4 giorni di festival circa 30 band ospiti tra le migliori realtà di Arezzo e provincia e guest nazionali e internazionali del panorama indie-rock e electro. Confermato l’ingresso gratuito. A Mengo Cult il poeta Guido Catalano, la band Lo Stato Sociale, il fumettista Palloni, i romanzieri Rovelli e Bertante e lo psicologo aretino Claudio Cecchi

Da mercoledì 6 a sabato 9 luglio al parco di via Alfieri in zona Tortaia al via la nuova edizione del Mengo Music Fest. Quattro giorni di concerti, a partire dalle 18, per la dodicesima edizione del festival musicale completamente gratuito organizzato dall’Associazione Music!, con il patrocinio e contributo di Comune di Arezzo, nell’ambito della manifestazione di interesse Buono creatività giovani promosso dall’assessorato alle politiche giovanili, con il patrocinio di Provincia di Arezzo, Camera di Commercio di Arezzo, Agenzia Nazionale Giovani e con il sostegno di Coingas, Estra, Ausl8 Toscana, Atam, Tiemme, Ceres, Conad, Sei Toscana, Banca Valdichiana, Fraternita dei Laici, Arezzo Multiservizi, Ivar Auto, Sapas Pet, America Graffiti, Pagoda Bar e tanti altri sostenitori.

La manifestazione, giunta ormai alla dodicesima edizione, vedrà anche quest’anno il cartellone del Mengo Cult, con gli incontri letterari e i dibattiti con autori, giornalisti e scrittori. Il 7, 8 e 9 luglio, a partire dalle 18 in piazza Grande, nella Terrazza di Fraternità dei Laici, in collaborazione con Fraternita dei Laici e Feltrinelli Point di Arezzo e con il patrocinio della Biblioteca Città di Arezzo e Confcommercio Arezzo.

“Questo è uno dei progetti che è stato premiato rispetto a una nuova strategia che la giunta ha messo in atto nelle politiche giovanili: il Buono creatività – ha spiegato l’assessore Lucia Tanti. Si tratta di una manifestazione di interesse con la quale le associazioni hanno proposto idee per la città di Arezzo. Il Buono creatività si divideva in due filoni: progetti e iniziative. Questa formula ci ha permesso di coprire tutta l’estate aretina, fino al termine di settembre, quando si riaprirà la manifestazione di interesse. In estate, quindi, nella città di Arezzo succederà una cosa straordinaria: le associazioni hanno dato risposte complesse, promuovendo una stagione di grandissima qualità. La libertà delle associazioni si è combinata con la strategia di fondo di chi governa. Sono progetti che si aprono all’alternanza scuola lavoro e alla formazione in ambito musicale e culturale. Infatti, se Arezzo è la città della musica e della formazione musicale, non può non avere nella musica un elemento determinante”.

Paco Mengozzi: “il Buono creatività ci ha permesso di riprendere le fila della manifestazione. Si parlerà infatti di musica, di sport, di sociale, di accessibilità al festival. Ci tengo a sottolineare la collaborazione con il liceo musicale, gli allievi, nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro, metteranno in pratica ciò che fanno durante le lezioni teoriche, affiancati dai tecnici e dai loro docenti”.

Bernardo Mennini, presidente Atam: “il Mengo Music Fest è una realtà che continua a crescere. Atam approccia a questa iniziativa sfruttando ciò che il festival muove in termini di presenze. Con Arezzo Corre, infatti, avremo la possibilità di portare centinaia di persone al parcheggio Baldaccio. Il nostro scopo quindi è di valorizzare e far conoscere quello che abbiamo, attraverso iniziative che promuovono tutti i parcheggi cittadini”.

Fabio Frangipani per Coingas: “anche per noi è importante il ritorno di investimento, non solo in termini economici per l’affermazione dei marchi, ma anche per i temi legati alla sostenibilità. Questo è un festival che, appunto, guarda con grande attenzione alla sostenibilità. Per l’edizione del prossimo anno lanciamo una sfida: introdurre nella manifestazione anche progetti legati alla sostenibilità ambientale”.

L’appuntamento con tutti gli appassionati di musica è per mercoledì 6 luglio, quando a partire dalle 18 al parco di via Alfieri prenderà il via la nuova edizione del festival aretino, con The Street Band, approdati al Mengo grazie al contest di Arezzo Factory “Suono Dunque Sono”, i Ghost Space, gli Impatto Zero, gli aretini Osaka Flu e i big della giornata: i Niagara, band che si definisce post everything, al suono primordiale e magmatico per un viaggio a metà strada tra avanguardia e psichedelia elettronica e i C+C=Maxigross, più che una band, un’avventura psichedelica iniziata nel 2009, quando nella loro casa di montagna, decisero di incidere un pugno di canzoni composte in compagnia, durante serata passate tra amici davanti al camino e a spasso per i boschi della Lessinia.

Un secondo giorno che si riallaccerà al sound psichedelico della sera prima, con i Mamma, gli aretini Hombre Lobo, freschi di stampa della loro ultima fatica, Aboca. Gli I Scream, vincitori del talent televisivo Bonus Track, la band fiorentina punkeggiante dei La Notte e i Dumbo Gets Mad. Headliner della serata Ghemon: classe 1982, originario di Avellino, è uno dei più talentuosi e apprezzati artisti hip hop italiani. Negli anni ha saputo rinnovare il suo personalissimo stile, caratterizzato da temi profondi e rime molto curate sotto l’aspetto lessicale, che fanno di lui un artista a meta tra un cantautore e un rapper: un caso quasi unico all’interno dello scena rap tricolore.

Venerdì 8 luglio, terzo giorno di Mengo Music Fest e terzo giorno di diamanti della musica italiana e non: Lift, John and the Minimal, selezionati dal party Milk, la Distanza della Luna ed Herva. A seguire tre progetti attesissimi al Mengo: Cosmo, un mix di pop, dance, elettronica e cantautorato, ultimo grande fenomeno di pubblico della musica italiana e in data unica italiana i Son Lux, nome d’arte di Ryan Lott, musicista americano nato a Denver e newyorkese d’adozione, compositore anche delle colonne sonore di film come Paper Towns e The Disapppearance of Eleanor Rigby. In chiusura i Ninos Du Brasil, dediti a un’ardita quanto improbabile commistione di batucada e noise, samba ed elettronica, che faranno ballare tutto il pubblico del Parco Alfieri.

L’ultimo giorno, sabato 9 luglio, in compagnia di Roxo, Damiano Grazzini & Interno17, selezionati da Urban Blackout, i Kelevra, gli Anudo, L i m e due artisti che legano la grande musica italiana di oggi e di ieri: prima Calcutta, che col suo ultimo disco “Mainstream” ha sparigliato generi, appartenenze e definizioni. Le melodie contagiose delle sue canzoni lo hanno reso un fenomeno irresistibile che ha attirato a sé, grazie ad una scrittura pop che non ha pari in Italia, l’attenzione trasversale di pubblico, stampa e social network. Dopo di lui, i Marlene Kuntz, che con il primo album, “Catartica”, uscito a maggio 1994 e già pieno di “classici” della band, tuttora assai richiesti dal pubblico e col secondo, Il Vile del 1996, sono di diritto una delle band cardine della scena italiana degli ultimi 25 anni.

Tutti le selezioni musicali durante i cambi palco saranno a cura di Samuele Bertocci, Riccardo Paffetti, Factori Arezzo, Jacopo Fabbroni, Elia Perrone e Niro Perrone. Inoltre, venerdì 8 luglio a partire dalle 02.00 si terrà un after party presso Karemaski Multi Art Lab.

Venerdì 8 luglio si terrà anche l’edizione speciale di Arezzo Corre, in collaborazione con Universo Sport, Podistica Aretina e Atam. A partire dalle 19.30 ritrovo e riscaldamento presso il Parco Ducci (parcheggio Baldaccio), per poi partire in direzione di via Alfieri con un percorso speciale di 9 km. Il parcheggio Baldaccio, grazie a Atam, sarà a disposizione di tutti i partecipanti.

Venerdì 8 luglio il Mengo Music Fest collabora anche con Confcommercio Arezzo per la Notte dello Shopping con numerosi appuntamenti musicali in centro storico.

In collaborazione con la Cooperativa Progetto 5 sarà garantita la piena accessibilità a tutte le aree del festival e la gestione di uno spazio bambini a cura delle educatrici e animatrici della cooperativa. Sempre con la Progetto5 e in collaborazione con Ausl8 saranno attivati dei laboratori creativi a cura del Dipartimento di Salute Mentale, una bellissima occasione in cui coinvolgere gli operatori e i pazienti del dipartimento.

Ma il cartellone del Mengo Music Fest non poteva finire qua: ecco anche il Mengo Cult, che si svolgerà nella Terrazza di Fraternita, in piazza Grande. Tanti gli incontri letterari, i dibattiti e le mostre: giovedì 7 luglio, alle 18, Marco Rovelli presenta “La guerriera dagli occhi verdi” e Alessandro Bertante, “Gli ultimi ragazzi del secolo”. Modera l’incontro Marco Caneschi. Venerdì 8 luglio alle 17 si terrà l’inaugurazione della mostra “The Corner” di Lorenzo Palloni alla Feltrinelli Point di Arezzo (via Garibaldi 107) e a partire dalle 18 in Piazza Grande, Lorenzo Palloni, fumettista aretino, e Andrea Settimo presenteranno “The corner”, intervistati dalla redazione di Inkorsivo, mentre alle 19, Lo Stato Sociale presenterà “Il movimento è fermo, un romanzo d’amore e di protesta” con Marco Picinotti. Sabato 9, invece, sarà la volta dell’intervista di Luca Primavera allo psicologo aretino Claudio Cecchi, che presenterà il suo “Parla con Me”, mentre alle 19, Diego D’Ippolito, che intervisterà il poeta Guido Catalano, presentando la sua ultima fatica: “D’amore si muore, ma io no”.

Il MENGO MUSIC FEST è organizzato dall’associazione MUSIC! con il patrocinio e contributo di Comune di Arezzo e con il patrocinio di Camera di Commercio di Arezzo, Provincia di Arezzo, Agenzia Nazionale Giovani – ANG e con il contributo di Coingas, Estra, Ausl8 Toscana, Atam, Tiemme, Conad, Banca Valdichiana, Fraternita dei Laici, Arezzo  Multiservizi, Pagoda Bar, Ceres, Ivar Auto, America Graffiti, Sapas Pet e tanti altri sostenitori.

Ingresso gratuito a tutti gli eventi.

Al Parco di via Alfieri sempre attivi, bar, ristorazione, area mercatino e spazio bimbi.

Mengo Music Fest 2016

6 – 7 – 8– 9 luglio, parco di via Alfieri, zona Tortaia

Ingresso gratuito

Have your say

Copyright Musicalocale.it 2015